fbpx

Test per ansia, stress e depressione (online e gratuito)

Grazie a questo test online (con risultato immediato e testato clinicamente) puoi valutare i tuoi livelli di ansia, stress e depressione.
Test per ansia stress depressone - Copertina

Indice dei contenuti

In questo articolo potrai ottenere una panoramica completa sul test per l’ansia, stress  depressione, e compilare un test online per valutare la tua condizione.

Prima di effettuare il test, ti consigliamo di leggere l’articolo per comprendere cosa si intende, dal punto di vista medico, per ansia, stress e depressione e capire come funziona il test.

 

Oppure continua a leggere.

 

Che cos’è il test per ansia, stress e depressione

Uno dei test più affidabili per valutare la propria condizione psicologica è il DASS-21 (Depression Anxiety Stress Scales 21). Si tratta di un test standardizzato, che consiste in un questionario di 21 domande progettato per misurare i sintomi di ansia, stress e depressione (7 domande per ciascuna area).

Lo scopo del test è fornire un quadro conoscitivo e comprensivo dello stato della salute emotiva della persona.

Viene utilizzato in ambito clinico, ma anche da persone che desiderano ottenere una valutazione dei propri disturbi emotivi.

Può essere un buon punto di partenza per analizzare la propria condizione, ma è sempre opportuno che sia seguito da una diagnosi effettuata da un professionista della salute mentale (psicologo, psicoterapeuta, psichiatra).

 

4 Test per depressone-min

Come funziona il test ansia-stress-depressione

Il DASS-21 è un questionario pensato per identificare specifiche azioni, comportamenti o sintomi che persistono in un individuo per almeno una settimana.

La persona che effettua il test dovrà rispondere a una serie di affermazioni come:

  • “Mi è capitato di avere la bocca secca.”
  • “Mi sono irritato per cose di poco conto.”
  • “Ho trovato difficoltà nel rilassarmi.”

Per ogni affermazione il soggetto deve indicare un’opzione, indicando la frequenza con cui quell’affermazione si è verificata nel corso dell’ultima settimana: mai, talvolta, spesso, sempre.

Affinché il questionario sia efficace, è fondamentale che chi risponde lo faccia con sincerità e spontaneità.

La scala dell’ansia valuta sentimenti e sensazioni come:

  • l’arousal, ossia l’attivazione e la reazione del sistema nervoso;
  • le contrazioni, le tensioni e la rigidità muscolare;
  • l’impatto che l’ansia ha sulla vita del soggetto, ossia in che modo e quanto lo condiziona negativamente;
  • in che modo si manifesta l’ansia, ad esempio con agitazione, preoccupazione o sudorazione anomala.

La scala della depressione valuta sentimenti e sensazioni come:

  • la disforia, ossia un’alterazione dell’umore;
  • la mancanza di speranza;
  • la svalutazione della vita;
  • il sentimento di inutilità;
  • la mancanza di energia;
  • la perdita di interesse e coinvolgimento nelle attività di tutti i giorni;
  • l’anedonia, ossia l’incapacità di provare soddisfazione nelle attività solitamente gratificanti;
  • l’incapacità di reagire anche nelle situazioni più semplici.

Quella dello stress valuta sintomi come:

  • la difficoltà a rilassarsi;
  • il nervosismo;
  • l’eccessiva propensione ad essere turbati, irritati e impazienti.

 

 

 

Test per ansia stress depressone - 1

Interpretate i risultati: l’ansia

Se ottieni un punteggio elevato nel livello dell’ansia, potresti:

  • sentirti apprensivo;
  • sentirti in preda al panico;
  • sentirti agitato e preoccupato per le tue prestazioni e la possibile perdita di controllo;
  • avvertire la sensazione di avere la bocca secca;
  • avere difficoltà respiratorie;
  • avere il battito cardiaco alterato;
  • avere un’eccessiva sudorazione dei palmi delle mani.

Comprendere l’ansia

L’ansia è un’emozione comune e normale che tutti sperimentano in alcune situazioni.

Provare un certo grado di ansia può essere considerato naturale e può servire come risposta immediata a situazioni di stress o pericolo.

Questo sentimento ha agito come un sistema di allerta per l’essere umano fin dalle sue origini, segnalando potenziali minacce o situazioni avverse.

Tuttavia, per alcune persone, i disturbi d’ansia possono diventare così intensi da interferire con la vita quotidiana. A quel punto diventa patologica.

In termini clinici, si parla di disturbo d’ansia quando la sensazione è persistente, la reazione è esagerata rispetto alle circostanze e comincia a compromettere le attività giornaliere dell’individuo.

L’ansia può manifestarsi in molti modi diversi, ma in generale, può presentarsi con i seguenti sintomi:

  • Sensazioni fisiche: palpitazioni, sudorazione eccessiva, respiro affannoso, tremore, tensione muscolare, mal di testa, problemi allo stomaco e all’intestino.
  • Sintomi emotivi: nervosismo, preoccupazione eccessiva, agitazione, irritabilità, paura, attacchi di panico, difficoltà a rilassarsi.
  • Sintomi cognitivi: difficoltà di concentrazione, pensieri negativi o catastrofici, preoccupazione eccessiva per eventi futuri, difficoltà a prendere decisioni.
  • Sintomi legati al comportamento: evitamento di situazioni temute, ipervigilanza, comportamenti ripetuti, difficoltà a dormire o riposare.

Se hai dei problemi di ansia che ti impediscono di svolgere le normali attività quotidiane, dovresti valutare di parlarne con uno psicologo.

Un professionista può aiutarti a comprendere meglio la tua situazione e a sviluppare un piano di trattamento appropriato.

 

2 Test per ansia-min

Interpretate i risultati: lo stress

Se ottieni un punteggio elevato nella scala dello stress, potresti sentirti:

  • sovraeccitato;
  • teso;
  • incapace di rilassarti;
  • permaloso;
  • facilmente irritabile;
  • facilmente spaventato;
  • nervoso;
  • agitato;
  • intollerante alle interruzioni o ai ritardi.

Comprendere lo stress

Lo stress non è, di per sé, una patologia. È piuttosto una reazione mentale e fisica del corpo di fronte a situazioni, sfide o eventi percepiti come troppo onerosi o minacciosi.

Proprio come per l’ansia, è fondamentale differenziare tra stress benefico e stress dannoso.

Lo stress, in sé, ha una natura neutra e permette al nostro corpo di adattarsi in risposta agli stimoli giornalieri.

Può essere “sano” e vantaggioso quando è moderato e utilizzato per affrontare situazioni difficili nella vita di tutti i giorni (superare un test, prepararsi per un’intervista, allenarsi per una gara).

Diventa dannoso quando persiste e si accumula, portando a un carico eccessivo. In tali circostanze, ha ripercussioni su tutto l’organismo, influenzando muscoli, cellule e organi.

Un livello di stress eccessivo può avere un impatto importante sulla nostra vita quotidiana. Può influenzare il nostro lavoro, le nostre relazioni e la nostra salute mentale e fisica.

Lo stress può manifestarsi in molti modi diversi, a seconda della persona e delle circostanze. Alcuni dei sintomi più comuni includono:

  • Sintomi fisici: mal di testa, tensione muscolare, problemi allo stomaco e all’intestino, sudorazione eccessiva, aumento del battito cardiaco, respiro corto e affannoso.
  • Sintomi emotivi: irritabilità, nervosismo, sensazione di tristezza o depressione, frustrazione, senso di colpa e difficoltà a concentrarsi.
  • Sintomi cognitivi: difficoltà di concentrazione, confusione, indecisione e aumento della tendenza a dimenticare le cose.
  • Sintomi legati al comportamento: isolamento sociale, eccessivo consumo di alcol o sostanze stupefacenti, cambiamenti dell’appetito, insonnia o eccessiva sonnolenza, riduzione dell’interesse per le attività solitamente piacevoli.

Lo stress può durare poco tempo, ad esempio durante un esame o un colloquio di lavoro. Oppure per un lungo periodo, come quando si ha un lavoro molto stressante o problemi finanziari.

Se i sintomi dello stress sono gravi o persistenti, è importante consultare uno psicologo per valutare ulteriori opzioni di trattamento.

 

3 Test per stress-min

Interpretate i risultati: la depressione

Se ottieni un punteggio elevato nella scala della depressione, potresti sentirti:

  • in difficoltà con te stesso;
  • scoraggiato;
  • triste;
  • pessimista nei confronti del futuro;
  • incapace di provare piacere o soddisfazione;
  • incapace di interessarsi o coinvolgersi;
  • “lento” o privo di iniziativa.

Comprendere la depressione

La depressione è una condizione medica complessa molto comune nei paesi occidentali.

Secondo le statistiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la depressione interessa circa 5 persone su 100 globalmente. Le regioni occidentali appaiono particolarmente vulnerabili a questa condizione.

È una condizione psicologica con molte sfaccettature, e che può manifestarsi in modi diversi. In generale, si presenta con questi sintomi:

  • Cambiamenti dell’umore: sentimenti di tristezza, vuoto, disperazione, irritabilità, ansia, eccessiva sensibilità eccessiva o apatia.
  • Sintomi fisici: mancanza di energia o stanchezza, disturbi del sonno (insonnia o eccessiva sonnolenza), perdita o aumento di peso, ridotta libido, mal di testa o problemi digestivi.
  • Cambiamenti nel comportamento: isolamento sociale, perdita di interesse per attività solitamente piacevoli, difficoltà a concentrarsi, procrastinazione.
  • Pensieri negativi: sentimenti di colpa, disperazione o inutilità, pensieri suicidi, difficoltà a concentrarsi, difficoltà a prendere decisioni.

Molte persone che soffrono di depressione non cercano aiuto per vari motivi, come la mancanza di consapevolezza sui loro sintomi o la paura di essere giudicate.

Se sospetti di avere la depressione o altri disturbi emotivi, è importante che tu ti rivolga a uno psicologo per ricevere una diagnosi accurata e un trattamento adeguato.

La depressione è una malattia che può essere trattata con successo, ma è necessario agire prontamente per ottenere il supporto necessario.

 

5 Caratteristiche-min

Test per ansia, stress e depressione: conclusione

I risultati del DASS-21 possono essere uno strumento prezioso per valutare il tuo livello di ansia, stress e depressione.

Affinché i risultati del test possano essere considerati come indicatori di un possibile disagio, è fondamentale valutare gli eventuali eventi accaduti nell’ultimo mese che potrebbero aver influenzato la qualità di vita del soggetto.

Se un paziente raggiunge un punteggio con livello “grave” o “estremamente grave“, è opportuno ricorrere a una valutazione professionale e consultare uno psicologo.

In generale, in presenza di un malessere deciso e persistente, è sempre opportuno rivolgersi a un medico specializzato. Il test, infatti, non può rimpiazzare l’analisi dettagliata fatta da un professionista della salute mentale.

Agire tempestivamente di fronte a segnali di stress o problemi di salute mentale è importante per iniziare un percorso di gestione e di controllo dei sintomi.

 

Condivisione

Questo articolo ti è stato utile, e pensi possa essere utile per qualcun altro? Condividilo.

Facebook
WhatsApp
Email

Fonti e riferimenti

  • Bottesi G, Ghisi M, Altoè G, Conforti E, Melli G, Sica C (2015). The Italian version of the Depression Anxiety Stress Scales-21: Factor structure and psychometric properties on community and clinical samples. Compr Psychiatry.
  • Henry, J. D., & Crawford, J. R. (2005). The short-form version of the Depression Anxiety Stress Scales (DASS-21): Construct validity and normative data in a large non-clinical sample. British Journal of Clinical Psychology.
  • PsyToolkit (2021). Depression Anxiety Stress Scales (DASS).
  • PsyToolkit (2021). The Depression, Anxiety, and Stress Scales with 21 items (DASS-21).
  • Coker, A. O., Coker, O. O., & Sanni, D. (2018). Psychometric properties of the 21-item Depression Anxiety Stress Scale (DASS-21). International Multi-Disciplinary Journal.
  • Psychology Foundation of Australia. (2018). Depression Anxiety Stress Scales (DASS).
  • Henry, J. D., & Crawford, J. R. (2005). The short-form version of the Depression Anxiety Stress Scales (DASS-21): Construct validity and normative data in a large non-clinical sample. British Journal of Clinical Psychology.
Trova la tua serenità

Iscriviti alla nostra newsletter.

Ogni due settimane parliamo di un nuovo argomento riguardo la salute mentale.

Nozioni, riflessioni e consigli su come prenderti cura di te e vivere una vita serena.

Articoli correlati

Grazie a questo test (online, gratis, con risultato immediato) puoi valutare il tuo livello di ansia sociale e ricevere consigli per superarla
Ansia e feci nere: che correlazione c'è? L'ansia può portare a feci nere, o viceversa? Una breve guida per capire le cause e i pericoli.
Vitamina d bassa e ansia: che correlazione c'è, e come poterla integrare per migliore il benessere mentale.
Ansia somatizzata allo stomaco: i sintomi e i disturbi più comuni, cosa la causa e i rimedi possibili per superarla.
Una breve guida sull’uso dei fiori di Bach per il trattamento dell’ansia. Funzionano davvero? Come funzionano?
Breve guida all'ansia da prestazione: cos'è, le cause, i sintomi, i rimedi, e come superarla con degli esercizi mentali.